L'azienda

La nostra storia

Racconti tramandati e documenti si mescolano nella storia della mia famiglia e dell’azienda, nata come laboratorio e bottega, che porta oggi il nome “Callesella Arredamenti”.
Tutto iniziò alla fine del 19° secolo. Era il 1896 quando i fratelli Costante e Piero Callesella, dopo aver imparato il mestiere da qualche artigiano della zona, decisero insieme di partire verso una nuova avventura.
La bottega laboratorio si trovava presso la Latteria Brandolini, rinomata latteria di Cison. Qui Costante e Piero, dopo aver vinto l’appalto per la costruzione degli imballaggi che sarebbero serviti per la spedizione dei prodotti caseari, si adoperavano anche per la realizzazione di serramenti, mobili, e quanto capitava di fare.
Dopo alcuni anni, Pietro decise di prendere la strada dell’estero, spostandosi in Svizzera con tutta la famiglia. A mandare avanti l’attività rimase quindi mio nonno Costante che insegnò il mestiere a suo figlio Angelo che, una volta finite le scuole, s’inserì con notevoli capacità nella bottega artigiana.
In quel periodo il lavoro era svolto quasi tutto a mano. Il primo macchinario acquistato fu una sega a nastro fatta funzionare col sistema del mulino, vale a dire con una ruota esterna azionata dall’acqua che in una canaletta passava per la latteria.
La storia proseguì: siamo agli anni ‘40 del secolo scorso e Angelo, mio padre, acquistò in centro paese una casa di abitazione con terreno adiacente che gli permise in breve tempo di costruire una sede più ampia e attrezzarla con nuovi e primi macchinari a funzionamento elettrico, disponibili sul mercato in quel periodo. All’attività collaboravamo io e i miei due fratelli.

Complice la guerra gli anni erano duri, la povertà notevole. Oltre agli imballaggi per la latteria ci adattavamo a fare tutto quello che capitava: dai serramenti a mobili di vario tipo (a proposito: qualcuno si trova ancora in buono stato presso alcune famiglie della nostra vallata), alle tavole che le donne adoperavano per lavare i panni nel torrente, per finire alle casse da morto.

Nel 1965 nacque la “Callesella Giuseppe“. Per il primo periodo lavoravamo per la “Dal Vera” di Conegliano, importante azienda del mobile di quel periodo, e in collaborazione arredammo vari Uffici di Registro, Uffici Imposte e Provveditorato che, tuttora, si servono dei mobili fatti da noi al tempo.
Dopo qualche anno l’azienda passò alla produzione di camerette, attività abbandonata nel 1980 per concentrarsi sulla produzione del mobile rustico.
Perché? Il mobile rustico era allora molto di moda: serviva per le taverne delle nostre case ed era molto adatto all’arredamento delle seconde case in montagna che alcune famiglie della zona avevano.
L’azienda ebbe una notevole fase di crescita fino agli anni '90 quando era arrivata ad avere un'ottantina di collaboratori interni.
Arriviamo ai giorni nostri. Ed è ancora una storia di fratelli, i miei figli Mauro, Marzia e Stefano che, con mansioni diverse stanno portando avanti la “Callesella Arredamenti” con la convinzione e l’orgoglio di continuare un’attività iniziata più di 100 anni fa.
Forse avrei potuto trovare altre parole per raccontare la mia azienda e le sue origini. Non mi sento un bravo scrittore, lascio ad altri questo compito. Sono nato per fare il falegname, per sentire sotto le mie mani le venature e i forami dei legni.

Giuseppe Callesella